All posts filed under: Architetti

Un Julian Assange dell’architettura? Una chiacchierata con il fondatore di Archleaks

ENGLISH TEXT È un one man show ma sta facendo tremare il mondo dell’architettura – in Inghilterra, Spagna e Italia. Lo fa partendo dalle fondamenta, permettendo cioè a chi lavora (o ha lavorato) nei grandi studi di postare commenti anonimi sul quotidiano professionale, umano e naturalmente economico. Archleaks è la nuova piattaforma di comunicazione per «il 99%» dell’industria creativa. Con 10-15.000 pageviews al giorno (in poche settimane di presenza online) è un fenomeno web in rapidissima crescita e, come tale, anche uno strumento potenzialmente pericoloso visto che l’unico criterio per giudicare la veridicità delle affermazioni è il rating che dà la comunità stessa cliccando Agree o Disagree. Impossibile non essere affascinati da questa finestra aperta sugli studi, soprattutto per chi conosce tanta gente del settore (e ha ascoltato via voce commenti a volte ben più feroci rispetto a quelli pubblicati su Archleaks). Abbiamo contattato il fondatore di Archleaks che gentilmente ha deciso di parlarci… Chi sei? Sedat Bayrak, di Istanbul. Ma è il tuo vero nome? (c’è un famoso calciatore turco che si chiama Sedat …

Jean Nouvel. L’architettura è un atto umano

ENGLISH TEXT: http://wp.me/p239y2-a3 Ammetto. Ero alquanto nervosa all’idea di passare 15 minuti ‘da sola’ con Jean Nouvel. La proposta mi è arrivata da Bolon www.bolon.com, l’azienda di tappeti svedese per la quale il grandissimo dell’architettura ha creato un’installazione durante la Stockholm Furniture Fair. Come non sentirsi uno scricciolo di fianco a un uomo che Stefano Casciani su Domus ha definito l’unico sopravvissuto dell’era moderna? Uno che si è messo in tasca il Pritzker Price nel 2008, che ha realizzato edifici mozzafiato a Parigi come l’Institut du Monde Arabe, la Fondation Cartier e il Musée du quai Branly, e che – è stato appena annunciato – rimetterà mano alla Gare d’Austerlitz? A rendere più ‘distesa’ la situazione, uno stuolo di PR e fotografi superaffaccendati a cerchio intorno a noi e le due proprietarie dell’azienda ben piazzate in pole position per ascoltare la chiacchierata. Ma un grande si riconosce anche dall’atteggiamento in queste situazioni: lui, Jean Nouvel, era rilassatissimo, quasi divertito da tutto questo tran tran (dopotutto, per uno come lui, cosa sarà mai un’installazione in fiera?) …