All posts filed under: Architettura

MVRDV e lo Stedelijk Museum: lezione di interior design

  Una lezione (tutta da copiare) su come rinnovare gli interior senza intaccare le strutture architettoniche ci arriva dall’Olanda dove MVRDV ha appena completato la trasformazione dell’entrata dello Stedelijk Museum di Schiedam, un museo di arte moderna che ospita opere di Karel Appel, Lucebert, Constant e Corneille. Lo studio di architettura di Winy Maas, Jacob van Rijs e Nathalie de Vries ha aggiunto alla facciata interna del museo, dal sapore neo-classico, una struttura leggera in MDF rosso: al suo interno, una serie di elementi mobili permette di sfruttare lo spazio come libreria, guardaroba, bar e museum shop. «Basta un solo gesto monumentale a cambiare un ambiente», dice Nathalie de Vries. Ed è vero anche negli interior di una casa. Ci vuole coraggio per aggiungere colore o una presenza imponente in uno spazio domestico ma il risultato sarà certamente soddisfacente (e anche di costo contenuto).

Biennale, Monditalia: 41 racconti senza nostalgia

Il grande protagonista della Biennale di Venezia curata da Rem Koolhaas è lo story telling, il racconto. La Biennale narra infatti un storia lunga 100 anni, dal 1914 al 2014, e, per la prima volta, parla di architettura e non di architetti. Bisogna tenere bene a mente questo concetto per apprezzare fino in fondo Monditalia, la mostra collettiva alle Corderie dell’Arsenale che ha messo insieme 41 progetti di ricerca, 82 film e performance di musica, danza e teatro per raccontare l’Italia di ieri, oggi e domani. Monditalia è infatti un ritratto collettivo del nostro paese, scelto da Koolhaas non tanto perché territorio ospitante della Biennale ma in quanto «paese emblematico, simbolo di un mondo perennemente seduto su quello che è e quello che potrebbe essere; non vittima ma fonte di ispirazione per un possibile futuro che nasce dalla consapevolezza di sé». La «consapevolezza di sé», la comprensione dell’Italia come paese fatto di strati di memorie diverse, spesso in contraddizione le une con le altre e come realtà sempre in bilico tra aspirazioni e potenzialità intellettuali …

Biennale: il Padiglione Italia cambierà il vostro sguardo sulle nostre città

Al Padiglione Italia della Biennale di Venezia Innesti (curato da Cino Zucchi, aperto al pubblico il 7 giugno) si parla di storia dell’architettura italiana. Niente paura, però: non troverete – per fortuna – né nostalgia, né denunce (le due noiosissime e spesso inutili costanti di tanti tentativi di rappresentare la nostra contemporaneità). Sarete invece coinvolti in prima persona in un’interessante analisi sull’architettura moderna che vi permetterà poi di osservare le nostre città con occhi molto diversi. Ecco la chiave di lettura che Zucchi porta al Padiglione Italia: l’architettura italiana è coraggiosa e grande perché ha saputo confrontarsi in modo costruttivo con il passato. Non si tratta di semplice «contestualismo» (cioè un adattamento formale del nuovo alla consuetudine per renderlo accettabile) ma, piuttosto, dell’inserimento costante di corpi estranei in un tessuto pre-esisistente, «innesti di modernità» che presuppongono «una ferita nell’organismo ospite ma anche una profonda conoscenza della sua fisiologia». È un principio che Zucchi deriva da quello dell’«innesto» botanico e che spiega come, in Italia, il passato non sia solo un valore da conservare ma anche …