All posts filed under: Uncategorized

Dal MoMa di New York alla Tate di Londra, dal Muse di Trento al Convento di San Domenico a Napoli, mostre e capolavori scoprono il digitale. Ecco come sta cambiando il nostro modo di gustare l’arte Un hashtag e degli instameet a Rio, Caracas e Guatemala City. È così che a gennaio il MoMA ha iniziato a promuovere la mostra sull’architettura latino-americana che inaugurerà il 29 marzo. Non si tratta, però, solo di comunicazione. Quella del museo newyorkese è infatti un’iniziativa di crowd-sourcing, che permette a più persone fisicamente distanti di collaborare a uno stesso progetto: le immagini più belle, taggate #arquimoma, saranno esposte alla mostra. «La dimensione virtuale e quella fisica del museo si stanno avvicinando», dice Fiona Romeo, Director of Digital Con-tent del MoMA. «Da quando direttori e curatori si sono resi conto che la presenza digitale non è un concorrente sleale dell’esperienza reale ma un mezzo per intensificarla, siamo entrati in una nuova era: quella del museo partecipativo». «Rispetto al museo tradizionale», spiega Caterina Pisu, coordinatore Ricerca e Comunicazione dell’Associazione Nazionale Piccoli …