Opinioni
Leave a comment

Ci piacciono davvero gli oggetti-personaggio?

Nemo_MrLight_short_01Unknown

ENGLISH VERSION: http://wp.me/p239y2-6H

La trasformazione di oggetti in soggetti è da anni evocata da tanti designer come uno strumento per creare maggiore affettività tra le persone e le cose che li circondano. I risultati, però, sono spesso deludenti. Come non trovare irritante, dopo qualche tempo, il fermaporta a forma di omino o la zuccheriera con il cappellino?

Con queste due lampade, una ispirata al disneyano Quo (si chiama infatti Duii da Dewey, inglese per Quo) e una a un più generico personaggio con cappello (e opportunemente nominata Mr Light), Diesel/Foscarini e Nemo/Cassina sono riuscite però a fare un lavoro eccellente. La personalizzazione c’è, ma è tradotta in forme sintetiche, essenziali, senza banali dettagli bambineschi. E soprattutto funzionali. La base di Duii, di spessore importante, richiama la grossa zampa di un papero ma serve anche come appoggio per piccoli oggetti. La lampada è assemblata come il Meccano e il diffusore in vetro pressato e metallo sembra un mohicano, simbolo storico di Diesel nella sua accezione punk e ribelle: ma serve anche per dare un’illuminazione diretta sul piano di appoggio.

Allo stesso modo Mr Light “è una lampada con una personalità, che tiene compagnia”, dice Javier Mariscal, che l’ha progettata. Ma il braccio mobile che sostiene il paralume e che la trasforma in un personaggio serve soprattutto come schermo per ottenere effetti luminosi diversi nell’ambiente.

Duii, euro 383: store.diesel.com

Mr Light, euro 300 + iva: www.nemo.cassina.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *