Progetti
Leave a comment

Erotismo, architettura e design: Carlo Mollino

Mollino2-1

ENGLISH TEXT: http://wp.me/p239y2-98

Difficile definire Carlo Mollino (1905-1973). Di certo fu un architetto (ha progettato di tutto, dalle case popolari a grandi spazi pubblici, rappresentativi o amministrativi, spesso rifiutando lo stile nazional-popolare supportato dal regime del tempo a favore di un sapore più nordico, ispirato ad Alvar Aalto o altri maestri scandinavi).

Mollino 3

E fu un designer: come non innamorarsi dei suoi bellissimi arredi, sinuosi e aerodinamici, prodotti da Zanotta (www.zanotta.it) e ora in vendita alle aste di collezionisti? Ma oltre a tutto questo, Mollino fu anche un uomo che amava vivere la vita, in tutti i sensi e con tutti i sensi. I suoi hobby? Guidare macchine da corsa e aeroplani. Ma soprattutto buttarsi in picchiata dalle cime più imperiose con gli sci.

Mollino 2

Il suo amore per la montagna era talmente grande da spingerlo a trasformarsi anche temporaneamente in scrittore per dare vita a un manuale, ad uso delle scuole: Introduzione alla discesa libera (Mollino era anche il direttore della commissione che governa le scuole di sci italiane). Una vita piena, insomma, quella di Carlo Mollino, in cui però c’è sempre stato spazio per la sua passione-ispirazione principale: l’erotismo. Il nostro si dilettava infatti, facendo leva sulle sue doti di fotografo, nel ritrarre prostitute, appositamente invitate nel suo appartamento torinese, in studiate pose, per le quale passava ore di riflessioni in termini di styling, dando mano al proprio personale repertorio di stoffe, abiti, parrucche, accessori moda.

Mollino1

Una produzione che è progressivamente aumentata numeri dal ’62 quando Mollino ha iniziato a lavorare con le Polaroid e che, nel 1973, anno della sua morte, era arrivata a ben 1300 scatti. Sono questi ultimi a formare il corpo principale del nuovo libro a cura di Napoleone Ferrari, Lucas Gehrmann, Gerald Matt (ed. Verlag fur Moderne Kunst Nurnberg Carlo Mollino: Un Messaggio dalla Camera Oscura, in uscita il 29 febbraio. Più un pruriginoso coffee table, un volume che sottolinea il ruolo chiave della personale passione di questo genio poliedrico nella definizione della sua estetica architettonica e progettuale.

Mollino4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *