Comunicazione, Giovani designer, Progetti
Leave a comment

H: un magazine per farsi e fare piacere

H10 LUCA CASONATO 1

ENGLISH TEXT: http://wp.me/p239y2-9h

Ogni tanto ricevo in redazione un mini magazine misterioso. Si chiama H e consiste in una bella copertina, una serie di lavori grafici o fotografici, la biografia dell’artista recensito e null’altro. Comunicazione minimal ma effetto sorpresa garantito: non c’è numero di H che non sia un piacere avere tra le mani ed esplorare. Mi sono chiesta chi ci sia dietro questa piccola, preziosa pubblicazione e perché investa tempo e risorse in un’operazione che chiaramente sembra giustificata solo dal desiderio di produrre qualcosa di bello. Si chiamano Heads www.headscollective.com, stanno a Treviso e sono un gruppo di creativi associati che lavorano in vari settori della comunicazione. Ecco la conversazione con uno di loro, che vuole restare anonimo visto che le Heads sono tutte sullo stesso piano…

h10 luca casonato

Chi siete e di cosa vi occupate?

Siamo un gruppo di “teste” (senza specificare di cosa…)  che si occupano di comunicazione, design e a volte d’arte.

Come siete nati?

Heads è nata inizialmente per continuare a confrontare idee e progetti da parte di alcune persone che avevano condiviso l’esperienza di Fabrica (www.fabrica.it, il centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton). Una sorta di social network ante litteram, insomma, che e si è poi trasformato in uno studio di design e comunicazione vero e proprio per clienti commerciali.  Ma senza dimenticare che le idee e la ricerca sono comunque alla base di ogni lavoro, piccolo o grande, artistico o commerciale.

H1 FRANCESCO MENEGHINI

Come funziona il vostro network?

La base è la grande eredità che ci ha lasciato l’esperienza di Fabrica: lì nel corso degli anni abbiamo conosciuto creativi di ogni parte del mondo con cui siamo rimasti in contatto, una volta tornati nei loro paesi (o emigrati in altri). Per il resto ci affidiamo alla nostra curiosità, ai nostri interessi e al nostro stesso lavoro che contribuiscono ad espandere continuamente questo network.

H1 FRANCESCO MENEGHINI_2

I lavori più interessanti di cui vi state occupando al momento?

Stiamo seguendo l’immagine e la comunicazione del progetto di candidatura di Venezia e il Nord Est a Capitale della Cultura Europea: è un lavoro complesso perché coinvolge sei diverse istituzioni, ma sicuramente importante. Poi abbiamo iniziato una collaborazione con Mondadori, di cui abbiamo curato il nuovo format di comunicazione per gli Oscar, con un’idea molto divertente. A febbraio te la faremo vedere.

Come è nata l’idea di H?

Volevamo creare una piccola collana editoriale d’arte “democratica”. Spesso i libri d’arte o d’immagine hanno costi molto alti e noi pensavamo a qualcosa sul modello dei booklet della vecchia stampa alternativa a mille lire. Ci sembrava anche un modo semplice di parlare di noi, non tanto di quello che facciamo o abbiamo fatto, ma piuttosto per rappresentare il processo, il nostro metodo di lavoro, creare dei piccoli portfolio su progetti specifici e diversi tra loro.

H5 CANEDICODA

Quanto tempo investite nella sua realizzazione, tra scouting, grafica, etc?

Cerchiamo di uscire con un nuovo numero ogni 3 mesi, poi a volte ci sono occasioni particolari, una mostra, un evento e così succede che ci leghiamo a quelle e quindi la periodicità è irregolare e così anche il tempo che ci dedichiamo. Ma per noi è un momento importante, ci serve anche per tenerci vivi e curiosi, con gli occhi e le orecchie bene aperte se qualche volta, dal lato commerciale, non possiamo trovare gli stimoli giusti.

Chi riceve H?

Abbiamo una mailing list di persone diverse: alcuni sono nostri clienti, altre istituzioni culturali, altri semplicemente amici che ci inviano le richieste. Ci ha fatto molto piacere, ad esempio, proprio la settimana scorsa. la richiesta che ci è arrivata da parte delle edizioni Corraini. Non lo diciamo, ma ci piacerebbe che questo progetto diventasse davvero una collana editoriale…

H6 REED YOUNG

Come descrivereste H?

Un piccolo campionario della creatività contemporanea, senza nessuna pretesa critica, ma filtrata unicamente dal nostro gusto e stile.

Come scegliete i creativi che trattate su H?

Per la maggior parte sono persone con cui siamo già in relazione, amici – ne abbiamo così tanti che in realtà la programmazione potrebbe arrivare fino al 2050 e oltre … –  ma capita a volte di vedere qualcosa di interessante e di contattare allora l’autore per offrirgli la pubblicazione, o viceversa di ricevere proposte di pubblicazione di progetti interessanti.

Non vi chiedo quanto vi costa ma mi interesserebbe sapere in che termini trovate il progetto fruttuoso anche da un punto di vista commerciale, per esempio a livello di vostro branding personale.

Siamo cresciuti all’interno di un’azienda – la Benetton www.benetton.com – che ha fondato proprio nel rapporto tra cultura ed economia la sua fortuna. In questo senso Oliviero Toscani e Luciano Benetton sono stati davvero dei maestri e hanno cambiato le regole della comunicazione, forse senza saperlo. Ora sono molti a pensare alla cultura come investimento, anche dal punto di vista della comunicazione, ma la loro è stata forse più una scelta basata sull’istinto. Un po’ come la nostra. Certo se tu sei qui a scrivere sul tuo blog di noi, vuol dire che in ogni caso serve anche a farci conoscere…

H9 JEAN SEBASTIEN LALLEMAND

È questo il futuro della comunicazione? un ‘regalo’ culturale, food for thought per il proprio pubblico?

Non so se è il futuro. Sicuramente è il passato: in fondo i grandi artisti del Rinascimento hanno sempre lavorato per veicolare un’idea, promuovere la chiesa o una signoria, e così noi abbiamo potuto godere di quei capolavori. Noi non potevamo permetterci la Cappella Sistina, speriamo che i nostri amici si accontentino degli H…

0 Comments

  1. Pingback: About dogs and books | design@large in English

  2. Pingback: Di cani e libri » design@large di Laura Traldi - Blog - Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *