All posts tagged: Design Research

Il design dietro le cose. Buro Belén ad Alcova per il Fuorisalone

Per Buro Belén, che vedremo ad Alcova a NoLo per il Fuorisalone, il design inizia studiando cosa c’è dietro il mondo che ci circonda. Per cambiarlo. Buro Belén, il duo olandese formato da Brecht Duijf e Lenneke Langenhuijsen, pensa a quello che avviene prima che gli oggetti prendano forma. E progetta di conseguenza. Sembra una cosa strana ma forse lo è meno di quanto si pensi. Tante persone divenano vegetariane quando scoprono cosa accade nella produzione della carne. Succederebbe lo stesso se qualcuno svelasse l’universo – produttivo, logistico – nascosto dietro le cose che usiamo? Il punto di partenza di Brecht e Lenneke è esattamente questo. LEGGI ALTRO SUL FUORISALONE SU DESIGN@LARGE Sun+ di Buro Belén ad Alcova Per esempio ad Alcova (su questo spazio, curato da Joseph Grima e Valentina Ciuffi leggi anche qui), in un’oasi all’aria aperta, Buro Belén presenterà una serie di wearable da usare per proteggersi dai raggi solari. «Studiamo le qualità, le origini e i processi produttivi dei materiali. E la domanda che ci poniamo è: se le pratiche in …

MEET a Milano. La promessa di un umanesimo digitale

Toni da liceo classico più che da start up. Il primo centro internazionale per la cultura digitale MEET a Milano promette un nuovo umanesimo. Laboratori rinascimentali, pensiero leonardesco, progetti a misura d’uomo. Alla presentazione del primo centro internazionale per la cultura digitale MEET, di Meet The Media Guru e Fondazione Cariplo (sarà all’ex spazio Oberdan) si è parlato di concetti da liceo classico più che da start up. Ma chi pensa che filosofia, etica, design, arte e la cultura umanistica in generale non c’entrino nulla con il digitale ha del digitale una percezione sbagliata. Vecchia. Da consumatore più che cittadino. Da utente più che da co-creatore. «Il digitale non è tecnologia, non è comunicazione, non è intelligenza artificiale», ha detto Maria Grazia Mattei, creatrice della piattaforma Meet The Media Guru e direttore del MEET. «Il digitale è il dna della cultura contemporanea». Un dna geneticamente modificabile, una materia (immateriale) da plasmare per costruire e non subire il futuro. Colmare il divario digitale: per l’economia… Infatti lo scopo del centro internazionale per la cultura digitale MEET è …