All posts tagged: Eventi

MDW17 Gli eventi – Ventura Centrale

Dov’è: Agli ex magazzini della Stazione Centrale, M2 e M3 Centrale e M2 Caiazzo, M1 Pasteur, via Ferrante Aporti. Perché andarci: Più che un nuovo distretto, si tratta di una nuova location e chi ha trasformato questi ex magazzini (in attesa dalla mutazione, a lungo termine, in un centro commerciale, dove pare troveranno posto anche numerosi marchi di design) è Organization in Design, lo studio olandese che ha ideato – e con successo continua a organizzare – Ventura Lambrate (e che sta esportando il modello di marketing territoriale incentrato sul design in tutto il mondo). Le premesse perché si tratti quindi di un’operazione pensata – e soprattutto, trattandosi di una première, votata ai contenuti più che al semplice contributo economico dei partecipanti (il fattore che di solito porta alla rovina i distretti di design) – ci sono. La curiosità è lecita e una visita dovuta. Da non perdere: * Salviati, via Ferrante Aporti 21: cos’hanno in comune Ben Gorham (un passato da giocatore di basket professionista e ora parfummier) e Luca Nichetto, uno dei designer …

MDW17 Gli eventi – Zona Tortona

Dov’è: l’area che comprende Via Tortona (dove originò il Fuorisalone), via Savona, via Bergognone e che si allarga fino all’area intorno alla metropolitana di Sant’Agostino. MM2 Porta Genova, MM2 Sant’Agostino. Perché andarci: Perché dopo qualche anno di eventi non esattamente esaltanti – soprattutto se paragonati alla grandeur visionaria che la zona aveva una decina d’anni fa – questa edizione segna un cambio di passo: lo spostamento dell’asse di interesse dalla produzione tradizionale a quella detta 4.0 e high tech. Sono numerose infatti le mostre dedicate al tema e rappresentano un coraggioso new incipit per un’area ex industriale, nel senso novecentesco del termine. Da non perdere: * Postcard from Casa Jasmina, Cariplo Factory, via Bergognone 34: Chatting with the Home of the Future è il sottotitolo di questa installazione interattiva che rappresenta la casa del futuro in edizione compatta. Ma non si tratta della solita visione basata su speculazioni: da un anno, infatti, esiste a Torino Casa Jasmina, un appartamento in cui abitanti veri convivono con soluzioni Internet of Things per fornire un feedback su funzioni, …

MDW17 Gli eventi – in centro

Dov’è: La zona della moda, il quadrilatero che abbraccia via Montenapoleone, via Durini e Corso Monforte, nonché il corso Vittorio Emanuele. Ho incluso anche, trattandosi di spazi legati al fashion, anche lo spazio Krizia e Marni, seppur fisicamente distaccati. Non essendo una zona organizzata da un unico promotore, non esiste un mappa dedicata. Perché andarci: gli eventi selezionati non sono semplici presenze, “pur di esserci al fuorisalone” e di sfruttarne il passaggio per motivi commerciali, ma mostre curate, in linea con il pensiero progettuale e il desiderio di fare cultura che dovrebbe essere segno distintivo del Fuorisalone. Per i veri amanti dell’arredo, da non perdere un giro tra via Durini, corso Monforte e via Manzoni tra gli showroom dei grandi marchi. Da non perdere: * I am tired of eating fish, installazione di Paola Pivi nelle vetrine de La Rinascente, corso Vittorio Emanuele: un’occasione per vedere le opere (site specific, quindi create appositamente) dell’artista italiana selezionata tra i finalisti per realizzare il plinto della High Line di New York. (leggi qui un bell’articolo di Art …

MDW17 Gli eventi – 5 Vie

Dov’è: La zona che tradizionalmente si estendeva da Piazza Affari a Via della Zecca Vecchia includendo Via Santa Marta e Sant’Orsola, si è allargato fino a Piazza Gorani (e include anche Palazzo Litta e Palazzo Turati). Scarica qui la mappa stampabile della zona, con la lista di tutti gli eventi Perché andarci: con le sue piccole vie e location-bijoux è il luogo perfetto per gli eventi raccolti (anche se sono presenti due grandi collettive, a Palazzo Litta e Turati). Percorrere il distretto in lungo e in largo permette anche piccole pause per lo shopping in boutique bellissime come Wait and See o Funky Table, entrambi in via Santa Marta. La grande festa del quartiere, il Design Pride, sarà mercoledì 5 aprile: la parata parte da Piazza Castello (angolo via Minghetti) alle 18 e si concluderà in Piazza Affari con un party (fino alle 24). L’appuntamento più pop del Fuorisalone. Da non perdere: * Creative Minds, Foyer Gorani, Piazza Gorani (tra via Brisa e via Gorani): una mostra interessante perché mostra quanto il design spesso si …

MDW17 Gli eventi – Porta Venezia In Design

Dov’é: si tratta di una zona che comprende grossomodo l’area che ha al suo centro Porta Venezia e via Melzo. Alla quale per facilità d’uso ho aggiunto anche eventi che pur non facendo ufficialmente parte del circuito si trovano nei paraggi (zona Palestro, Giardini Pubblici). MM1 e Passante Ferroviario Porta Venezia, MM1 Palestro. Perché andarci: perché propone non solo eventi legati al design ma anche percorsi architettonici (indicati in rosso nella mappa) ed eno-gastronomici (in ocra), perfetti per chi non è un addetto ai lavori ma ha voglia di respirare l’aria del Fuorisalone. Scarica qui l’elenco completo delle realtà coinvolte. Da non perdere: * Superfollies, c/o Giardino delle Arti, via Palestro 8: val la pena andare  a vedere cosa si è inventato lo Studio Toogood (praticamente onnipresenti a questo Fuorisalone, vedi anche qui) per ricreare quelle piccole strutture architettoniche (dette appunto “follies”) che occupavano gli spazi verti pubblici in epoca vittoriana: lei li ha usati invece nel Giardino delle Arti per mostrare poetici ed eclettici arredi. * Elle Decor Italia Concept Store, Palazzo Bovara, Corso …

MDW17 Gli eventi – Ventura Lambrate

Se sei approdato qui per leggere su Lambrate al Fuorisalone 2018 clicca qui Clicca qui per scaricare la brochure di Ventura Lambrate (e Centrale). Dov’è: La zona raccolta tra via Conte Rosso, via Ventura e via Sbodio (con, al suo cuore, via Massimiano, e con una puntata sulla via privata Oslavia). MM2 Lambrate, autobus 39 e 54, fermata Rimembranze di Lambrate. Perché andarci: Il quartiere rinato grazie al design accoglie, come sempre, numerose scuole e giovani autori, impegnati in progetti sperimentali. La lista dei partecipanti è infinita (per vederli tutti, cliccate qui) e a unire tutti i progettisti e le scuole selezionate è, spiegano le organizzatrici, la ricerca nell’uso del progetto come collante sociale – la capacità di usare il design come elemento di salvaguardia della tradizione e dell’ambiente da un lato e come creatore del nuovo dall’altro. (leggi qui quello che è successo l’anno scorso) Da non perdere: * Let’s make room for life di Ikea, Officina Ventura 14, via Ventura 14: Ikea presenta la sua visione sul futuro del salotto. Che sarà – …

MDW17 Gli eventi – Brera Design District

Dov’è: dopo otto anni di Fuori Salone come distretto organizzato, il Brera Design District ormai si estende da Porta Nuova-Gae Aulenti a via Broletto, da via Legnano fino a via Montenapoleone. MM2 Garibaldi, Moscova e Lanza, MM3 Montenapoleone. Perché andarci: Perché questo è il vero cuore della città, quello che è riuscito a mescolare il lato commerciale e di rappresentanza del design (con i suoi numerosissimi showroom) e quello delle installazioni d’autore e dei progetti di ricerca – facendo leva anche sulle sue splendide location. E la qualità degli eventi non è mai crollata nella sua storia (non è scontato!) Da non perdere: * Atelier Clerici, Palazzo Clerici, via Clerici 5 (nell’omonimo palazzo in via Clerici  5): per il quarto anno, lo storico palazzo milanese diventa lo scenario per una serie di esposizioni di designer e gruppi internazionali. Andateci per vedere cosa propone la Design Academy di Eindhoven (qui per la prima volta, creerà uno studio TV interattivo #TVClerici), lo spazio d’arte e design belga Z33 e la mostra Talisman di Marco Rainò e Barbara …

MDW17 Gli eventi – Isola Design District

Dov’è: il quadrilatero tra Viale Stelvio, Via Farini, via Pepe e via de Castillia, MM2 Garibaldi e Gioia, MM3 Zara, MM5 Isola Perché andarci: È la prima volta che l’Isola si organizza per diventare un Design District, anche se già in passato qualcuno aveve fatto leva sul suo fascino per presentarsi al Fuori Salone (per esempio gli olandesi di Droog e il sofisticatissimo duo James Plumb). Quindi anche solo per vedere come è stata gestita l’operazione di marketing territoriale direi che una visita vale veramente la pena. L’Isola è poi anche uno dei quartieri che dovrebbero rendere orgogliosi i milanesi. Trovo infatti che davvero qui la città stia costruendo un nuovo volto che però non cancella quello passato, che si sia riusciti a sperimentare con rispetto, senza cancellare ma anzi facendo leva sulla pre-esistenza per dare un’anima alla contemporaneità. Mi riferisco ovviamente alle architetture di recente costruzione – la torre Unicredit e il Bosco Verticale ma anche il piacevolissimo Pavillion di De Lucchi che sembra un seme gigantesco gettato sul parco fatto di mini-foreste, progettato …

La poesia della macchina

Sembrerebbero non avere nulla in comune. Eppure l’universo delle macchine per la produzione industriale (il settore del made in Italy meno glamour ma in grado di registrare fatturati e crescite da record) è indissolubilmente legato al design e alla moda che molto gli deve in termini di realizzazione di oggetti di qualità altissima e di sperimentazione.