All posts tagged: Prodotti

Legno, musica e design

Il legno è un materiale difficile da usare quando si parla di design. Perché ha un istantaneo look ancestrale, perché basta un gesto progettuale di troppo per cadere nell’effetto “baita”, perché lavorarlo con maestria sembra semplice ma non lo è affatto. Quando poi al legno si unisce il fattore “tecnologia”, tutto si complica ulteriormente. Ecco perché mi piace l’idea di segnalare Risuona di Ubaldo Samuelli, uno speaker portatile “passivo” per smart phone, che funziona senza elettricità. Fin qui, niente di veramente nuovo. Di altoparlanti che riproducono la musica sfruttando semplicemente i principi dell’acustica ce ne sono moltissimi. La differenza sostanziale tra Risuona e gli altri è che questo speaker non propone la “solita” forma a tromba ma una silhouette pulitissima, fatta di linee curve che si incastrano. E che la qualità del suono è decisamente altissima malgrado la compattezza dell’oggetto. «Per avere un’esaltazione delle basse frequenze ci vorrebbe un condotto acustico molto più grande», spiega il designer, Ubaldo Samuelli. «Volevo però evitare questa opzione perché pur andando a vantaggio dell’equalizzazione avrebbe significato minore portabilità ed …

Parigi D’Days: lo stile op di Roche Bobois

Un ambiente optical: con pavimenti a righe, decori circoncentrici, silhouette curvilinee che si intersecano. Tutto rigorosamente bianco e nero. Lo showroom di Roche Bobois di Parigi, allestito in occasione dei D’Days Designers Days (dal 20 al 25 maggio) dalla stylist Elizabeth Leriche, era un inno agli anni Settanta. «Un’epoca che adoro», mi ha detto Nicolas Roche, proprietario del marchio – produttore ma soprattutto editore di mobili di design. Roche Bobois è un vero gigante dell’arredo: 400 milioni di fatturato annui (in un settore dove farne 10 è la norma, per un editore). Francese, ha però un’anima italiana. «Non solo perché il 30% della nostra azienda è nelle mani di un investitore del BelPaese, ma soprattutto perché gli imbottiti, la falegnameria e gran parte dei tessuti vengono realizzati in Italia», mi ha detto Gilles Bonan, presidente. Come il rivestimento del nuovo divano Bubble, disegnato da Sacha Lakic e prodotto in Emilia Romagna : un tessuto formato da uno strato di reti bi-colore sovrapposte che creano un effetto 3D optical decisamente intrigante. A prima vista, la somiglianza …

Marc, il biliardo & Lo Scuro

Non fermatevi alla trasparenza, quando osservate il nuovo tavolo da biliardo di vetro Lo Scuro che Marc Sadler ha disegnato per Teckell, un marchio dell’azienda-laboratorio B.Lab. È affascinante, vero. Ma non c’è niente di nuovo nell’idea di realizzare un oggetto in un materiale trasparente. Dagli anni 70 in poi – dai gonfiabili di Zanotta – alla Ghost di Cini Boeri per Fiam fino ai best seller di Philippe Starck o Tokujin Yoshioka per Kartell gli arredi che ci sono ma non si vedono sono ormai parte integrante della storia del design contemporaneo. La vera essenza innovativa di questo oggetto sta quindi altrove. E cioè nel suo essere estremo e rispettoso allo stesso tempo; nel suo saper importare in un settore a oggi ancora privo di un’estetica contemporanea una forma e un materiale che assecondano la consuetudine da un lato ma dall’altro la ribaltano. Nella versione attualmente in produzione di questo tavolo (il cui nome si ispira a quello di un celebre campione di biliardo), il vetro dello spazio da gioco va rivestito con un panno …

Bloemi: una lampada “morbida”

La forma è piacevole: è quella di un tulipano, con i petali morbidi che si sovrappongono. Eppure non è solo l’estetica – sicuramente accattivante per i più – a rendere la lampada Bloemi di Mario Alessiani per Formabilio (che produce, lavorando con artigiani specializzati, progetti di giovani designer selezionati da un concorso online e li vende su un eshop) un progetto interessante. Bloemi è un oggetto che dimostra come sia possibile creare soluzioni anche esteticamente complesse pur mantenendo bassissimi i costi. L’accoppiata design+artigianato è circondata da un aura romantica. Il corollario fotografico che di solito accompagna le storie dedicate al tema è spesso fatto di immagini di persone che discutono intorno a un tavolo, in un ambiente piacevole, quasi domestico, o di mani che accarezzano amorevolmente un pezzo di legno. In realtà, l’artigianato 2.0 non rappresenta una rivincita della mano sulla macchina quanto dell’intelligenza progettuale sulla massificazione. Non è facile, infatti, per un designer, progettare un oggetto che va poi realizzato da una macchina (certo, le usano anche gli artigiani, e spesso di tratta di …